Album fotografici, News

OLIMPIADI GASTRONOMICHE, CHIUSURA IN BELLEZZA AL C.C. ROMA

Chiusura in bellezza per le Olimpiadi Gastronomiche, la competizione tra gli chef dei Circoli sportivi storici della Capitale che attira sempre più interesse in città e non solo. A ospitare l’atto conclusivo dell’edizione 2017 è stato il Circolo Canottieri Roma, che ha offerto le creazioni di un Egidio Longo al solito ispirato. Egidio Longo che ha onorato ancora una volta al massimo la manifestazione, nonostante stavolta non ci fossero punti da assegnare né classifiche da scalare. Piuttosto l’arrivederci all’edizione 2018 in programma dalla prossima primavera.

A gustare i piatti dello chef giallorosso ottanta tra soci del Canottieri Roma, ospiti nonché sponsor e giornalisti. Il vasto seguito di cui le Olimpiadi Gastronomiche oramai godono, dopo aver fatto capolino in una dimensione, sin da subito altamente ricettiva nei confronti della gara, come quella dei Circoli storici.

Vincitore dell’edizione 2014 e, grazie ai piazzamenti ottenuti nel quadriennio 2013/’16, primo “campione olimpico“, Egidio Longo ha proposto un menù zeppo di sorprese. Anzitutto il ricco aperitivo con stracciatella su spuma di pomodorini datterini e battuto di olive taggiasche; burratina di Andria con salsa al basilico e lamponi; vellutata di zucca, crostini croccanti e filetto di alici di Cetara; stocco di Pizzo Calabro su passatina di ceci al profumo di menta. Al buffet degli antipasti hanno fatto poi la loro comparsa formaggi al tartufo, peperoncino e olive verdi; burratina-stracciatella del Caseificio Sabelli; treccione di bufala e ricotta Saca; crudo di Parma al taglio; filetto di manzo ai pistacchi. Trionfo di sapori autunnali nei primi: risotto alle pere, parmigiano reggiano Gran Riserva e tartufo pregiato di Norcia; spaghetti alla chitarra con carciofi croccanti. Festa per gli occhi e per il palato il secondo, ossia filet mignon su medaglione di polenta croccante con specchio di vellutata al ribes nero e pepe verde. Per concludere, gran buffet di dolci e frutta in bella vista, ma soprattutto l’immancabile torta olimpica.

Anche in questa occasione soddisfatto lo storico socio del Canottieri Roma e primo animatore delle Olimpiadi Sergio Rossi, accolto con la simpatia e l’amicizia di sempre dal presidente Massimo Veneziano e dal vicepresidente Stefano Brusadelli. E, a fine serata, la foto ricordo con tutti gli sponsor della manifestazione.

L’evergreen Sergio Rossi è già proiettato all’edizione 2018. Una gara all’insegna del gusto, dello stile e dell’eleganza che vedrà ancora una volta, tra gli entusiasti partecipanti, il Circolo Canottieri Roma.

Sei nella categoria: Album fotografici, News.
Condividi questo articolo:
  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.