Eventi, News

COME SI VIVE “SCONNESSI”? MARAZZITI E CIPULLO NE PARLANO AL CIRCOLO

Tornano gli appuntamenti del Circolo Canottieri Roma con il cinema italiano e i suoi protagonisti. La sempre assai frequentata “arena” primaverile di Lungotevere Flaminio 39 riaprirà lunedì 28 maggio 2018, alle 20.30, grazie a una pellicola che tanto, di recente, ha fatto parlare di sé: “Sconnessi“. L’appuntamento rientra nell’ambito di “Cinema Stabile Canottieri Roma – Claudio de Vittembeschi“, rassegna voluta dai consiglieri Edmondo Mingione e Mario Martelli che in questa occasione vedrà come ospiti Christian Marazziti e Roberto Cipullo, rispettivamente regista e produttore del film. A introdurre la proiezione, il critico Masolino D’Amico.

“Sono rimasto senza connessione per qualche ora e ho avuto l’occasione di parlare con delle persone meravigliose: dicono di essere la mia famiglia”. Ironicamente, è proprio questa frase diventata virale su quei social inaccessibili senza connessione Internet a introdurre la domanda fondamentale di questa commedia: cosa succede, come cambia la comunicazione in un ambito fondamentale come la famiglia, quando si è sconnessi?

Il noto scrittore Ettore, appassionato sostenitore della vita senza Internet impersonato da Fabrizio Bentivoglio, costringe i suoi cari in uno chalet di montagna privo di connessione. Il pretesto è il suo compleanno, occasione troppo ghiotta per cercare di avvicinare i figli Claudio (Eugenio Franceschini) e Giulio (Lorenzo Zurzolo) alla sua seconda moglie, incinta al settimo mese, Margherita (Carolina Crescentini). A questi personaggi si aggiungono la fidanzata di Claudio e fan di Ettore, Tea (Giulia Elettra Gorietti); il fratellastro di Margherita Achille (Ricky Memphis), l’altro fratello Palmiro (Stefano Fresi); la tata ucraina Olga (Antonia Liskova), sua figlia Stella (Benedetta Porcaroli); e il portiere dello stabile in cui vivono (Maurizio Mattioli). Tutti, in un modo o nell’altro, legati in maniera indissolubile e quasi morbosa al mondo Internet. Sconnessi, appunto, nasceranno equivoci, incomprensioni e, inevitabilmente per il pubblico, risate. Ma anche interessanti spunti di riflessione.

Sei nella categoria: Eventi, News.
Condividi questo articolo:
  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.