Album fotografici, Eventi, News

#CCRWHITEPARTY, GRANDE SERATA TRA CIELO E ACQUA

La più ammirata Viktorija, il più caciarone Andrea, la più riservata Olivia. Tanto per citare alcuni tra i più noti, mimetizzati tra i tantissimi ragazzi che anche quest’anno sono riusciti a rendere unico e irripetibile il White Party, la festa dei giovani del Circolo Canottieri Roma. Un appuntamento che è oramai tradizione nell’estate capitolina, party di musica e stile.

A cominciare da quell’outfit bianco imposto dall’inflessibile dress code. Qualche concessione qui e là, restando tuttavia tra le tonalità chiare. Abbigliamento che regala un colpo d’occhio da favola e risalta pelli abbronzate dal sole estivo. D’obbligo attorno al bordo piscina dell’antica sede sociale di Lungotevere Flaminio 39.

Antica dal punto di vista anagrafico, ma pronta a mutare forma e colore grazie a splendidi giochi di luce. Fasci laser che penetrano e riscrivono il buio della notte, disegnano lame di colore sulla facciata del Circolo. Dal freddo al caldo. Scenografia però mai scontata e sempre nuova.

La festa, per i ragazzi, inizia sin dall’arrivo, “braccati” dai fotografi. In realtà, lo specchio e la macchina del fotografo sono presi d’assalto. Per giocare, offrire smorfie divertenti e non prendersi troppo sul serio. L’età dei partecipanti alla festa, la notte in riva al Tevere, l’estate, lo consentono.

Alle 23.30, quando si balla già da un pezzo, la musica cambia. I bellissimi ragazzi in bianco si fermano per osservare ciò che avviene in piscina. Arrivano le ragazze del nuoto sincronizzato del Forum Roma Sport Center guidate da Elisa Plaisant e comincia un altro tipo di danza. Movenze eleganti e armoniose, dolcezza e grinta per riemergere dall’acqua come a rinascere. Il White Party si ferma e, giustamente, applaude convinto.

Dalla piscina alla console del dj Gabriele Fruscella. La musica che riparte. Cassa dritta, oppure riff sintetici e coinvolgenti, fino a quelle immancabili hit spagnoleggianti. (A proposito, è ancora necessaria “Despacito”?) E tutti a ballare, ballare e ancora ballare. Giusto così: alla tradizionale festa dei giovani non ci si ferma mai.

Last but not least… Il White Party è reso possibile grazie a quella infaticabile squadra coordinata dal commissario alle Manifestazioni Matteo Gennarelli, e composta da Diletta PozzessereFranco AscoliGianmarco MinottiLorenzo Guido (commissario al Canottaggio), Luigi Brusadelli (commissario al Ristorante e Bar) e Andrea Pizzolato (commissario alla Segreteria Generale). Con la supervisione del consigliere alle Manifestazioni Edmondo Mingione.

Ma lo sforzo di questi giovani soci sarebbe vano senza il sostegno degli sponsor. Grazie grazie grazie, dunque, a Molinari, Flaminia Barosini jewellery designer, Nieco – Il Futuro è sostenibile, On – partner per lo sharing elettrico, Cantine Volpetti e Bottiglieriaromana.com.

Arrivederci all’anno prossimo, quando l’attesa per un’altra festa estiva dei giovani sarà diventata – come giusto – intollerabile.

Sei nella categoria: Album fotografici, Eventi, News.
Condividi questo articolo:
  • Print
  • email
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Add to favorites

I commenti sono chiusi.